Laboratorio Loddo

prevenz

Prima di tutto, che cosa è il Pap Test?

È un test semplice e molto efficace nella prevenzione dei tumori della cervice uterina.

Per eseguirlo, vengono prelevate delle cellule dal collo dell’utero, strisciate e fissate su un vetrino, che viene spedito ad un laboratorio di citopatologia, dove citologi professionisti lo esaminano per individuare eventuali cellule precancerose o altri segni sospetti. Tale identificazione precoce consente di approfondire la diagnosi, e – quando necessario – di trattare la malattia prima che si sviluppi. 

 

È possibile migliorare il Pap Test?

Premesso che la diffusione del Pap Test ha ridotto notevolmente la mortalità per cancro cervicale, è possibile oggi avvalersi di moderne tecnologie per rendere quest’esame ancora più efficace e sicuro.

ThinPrep-flasche

 

Perché richiedere il Thin-Prep Pap Test?

Il Thin-Prep Pap Test migliora significativamente la qualità e la rappresentatività del vetrino preparato dal ginecologo. Con il metodo tradizionale soltanto una parte delle cellule prelevate vengono
strisciate sul vetrino, mentre il resto viene gettato via insieme allo strumento per il prelievo. Il Thin-Prep Pap Test consente di preparare un vetrino di alta qualità, premessa indispensabile per una sua lettura efficace da parte del citologo.

 

 

In che cosa differisce il Thin-Prep dal Pap Test tradizionale?

Nel Pap Test tradizionale le cellule sul vetrino possono essere difficili da leggere

Nel Pap Test tradizionale
le cellule sul vetrino
possono essere difficili
da leggere

Con il ThinPrep Pap Test il vetrino è più chiaro

Con il ThinPrep Pap Test
il vetrino è più chiaro

Una volta effettuato il prelievo, il ginecologo introduce le cellule in un liquido di conservazione, invece di fissarle sul vetrino. Questo evita di farle “aggregare” disordinatamente. Inoltre, in tal modo il medico conserva pressoché tutto il materiale prelevato,al contrario di quanto succede con il metodo tradizionale. Il boccettino contenente il prelievo viene inviato al laboratorio, dove una macchina separa automaticamente le cellule dal materiale non necessario ed interferente, come sangue e muco in eccesso. Un campione rappresentativo di cellule viene trasferito sul vetrino, che appare così pulito e libero da strati di materiale sovrapposto. Il boccettino contiene – inoltre – ancora materiale cellulare, che potrebbe essere utilizzato per eventuali test di approfondimento senza bisogno di tornare per un nuovo prelievo.

 

Ci sono prove sull’efficacia del Thin-Prep Pap Test?

Ricerche cliniche condotte su migliaia di donne hanno dimostrato che il Thin-Prep Pap Test aumenta in misura significativa l’identificazione delle cellule precancerose. 

 

Che cosa succede se il risultato del Pap Test non è negativo?

Il Pap Test è un esame di prevenzione e – come tale – va fatto regolarmente. Nel caso in cui il risultato non sia negativo occorre consultare il ginecologo, il quale effettuerà dei test di approfondimento e – se necessario – prescriverà la terapia appropriata. È importante ricordare che, se identificato precocemente, il cancro della cervice uterina è ben curabile. Per questo motivo, il Pap Test, ed ora il Thin-Prep Pap Test, va eseguito con regolarità.

 

 

Prima di sottoporsi a un prelievo colpo citologico (PAP-TEST) o microbiologico vaginale (Tampone Vaginale) bisogna seguire alcune semplici regole: 

  • Il giorno dell’appuntamento non deve coincidere con il ciclo mestruale ne con i 3 giorni che lo precedono o lo seguono.

    prevenz

  • Evitare lavande vaginali e/o terapie per via vaginale (creme,ovuli) per almeno 3 giorni prima del prelievo;
  • Evitare rapporti sessuali per almeno 3 giorni prima del prelievo.

 

Si può fare il PAP TEST sia quando la donna è in gravidanza sia quando ha la spirale.

Tagged

BANCHE DATI DONATORI

Last posts whit image